Neuralink: Tutto quello che Elon Musk presenterà il 28 agosto

Come avevamo già anticipato in questo articolo, venerdì 28 agosto Elon Musk presenterà al mondo, in diretta web, i progressi di Neuralink, la società statunitense che collegherà il cervello umano ad un computer.

ELON MUSK NEURALINK

Per stimolare la curiosità e la fantasia del mondo intero, Elon ha anticipato qualche succoso dettaglio tramite il suo account twitter:

Will show neurons firing in real-time on August 28th. The matrix in the matrix.

Mostreremo l’attivazione dei neuroni in tempo reale il 28 agosto. La matrice nella matrice.

Il 28 agosto, Neuralink trasmetterà in diretta youtube l’evento sul suo canale a questo indirizzo alle ore 23:59 italiane. Il momento più incredibile dell’evento di mercoledì sarà quando ci sarà la dimostrazione dal vivo di come vengono attivati i neuroni “connessi” al computer… incredibile ed emozionante!!!

Questo permetterà, molto probabilmente, di avere dettagli sul “chirurgo robotico” che impianterà il chip di collegamento dietro all’orecchio e collegherà lo stesso chip ai neuroni del cervello tramite cavi sottili come capelli. Il chip chiamato N1 è programmato e realizzato per funzionare distanziato dai neuroni del nostro corpo pur captandone il funzionamento e le attività continue.

Neualink si propone come paladina della cura di alcune tra le più limitanti malattie umane come la SLA curando i nostri neuroni e riattivandoli dove la scienza conosciuta fino ad ora ha alzto bandiera bianca.

Elon Musk collegherà il nostro cervello ad un computer?

Non è dato saperlo ed il solo fatto che il patron di Tesla e SpaceX lo abbia annunciato, non lo rende certo sicuro al 100% ma, io gli voglio dare una possibilità. Voglio poter credere che l’uomo che porterà l’uomo comune su Marte possa almeno provare a dare vita ai neuroni che hanno smesso di funzionare, possa implementare le capacità del nostro cervello e farci sviluppare quell’ 80% di possibilità che la scienza riconosce come percentuale inutilizzata nel nostro cervello, proprio come succede nel film Limitless